La mia in…nata passione

La mia in…nata passione

Quarto Comandamento

Dietro una predisposizione che, con il tempo, si trasforma sempre in abilità esecutiva, c’è la costanza in gioco e quest’ultima non appare come un carico in più se ciò che viene svolto affascina. In un bambino però l’impiego di dispositivi elettronici, in particolare tablet e smartphone, possono concorrere non in favore ma contro lo sviluppo evolutivo, come confermano studi e relativi provvedimenti che giungono di recente dalla stessa Silicon Valley. Consci di ciò, i genitori di Andrea hanno sempre monitorato da vicino i suoi progressi in campo informatico e mai lo hanno lasciato in custodia ad improvvisati “baby sitter tecnologici” come, ad esempio, televisione, gli stessi PC o peggio i tablet. Tuttavia, come in qualsiasi ambito professionale, i bambini con particolari attitudini vengono avvicinati alle più disparate arti molto prima di quel che può essere definito il “normale” accesso, anche Andrea non è stato risparmiato dall’essere accostato a quella che è facile capire come la sua innata passione. Visto attraverso l’obiettivo che ha ripreso la sua “iniziazione informatica”, con questo video, ideato, allestito e montato dal padre, si desidera mettere l’accento su una materia che ha in sé le caratteristiche del paradosso, essendo forse l’unica scienza in cui gli “allievi” (ed ammesso che possano essere definiti tali) ne sanno di più degli insegnanti: il padre stesso ne ha appreso rapidamente la consapevolezza. Anche per questo, montando il presente video, invita il figlio a non essere mai dimentico del “monito” che ha inserito alla fine, reso da una voce fuori campo che non ha bisogno di presentazioni.